Inserisci le credenziali e poi riapri l'area riservata da te selezionata

Login
user_mobilelogo

In base alla normativa vigente, il voto di condotta, è espresso in decimi,è parte integrante della valutazione dello studente e concorre, con i voti di tutte le discipline, alla media.

In caso di insufficienza,determina  la non ammissione alla classe successiva e all’esame di Stato, indipendentemente dalla valutazione  nelle  altre discipline.

La  valutazione del comportamento ha  anche  valenza formativa e non può riferirsi a un singolo episodio, ma deve scaturire dal giudizio complessivo di maturazione e  crescita civile  e deve quindi tener conto dei progressi realizzati dallo studente  nel corso dell’anno, anche in seguito a sanzioni disciplinari.

( Legge 169/08-D.M.n.5 del 16/01/09-C.M.n.10 del 23/010/09-C.M.n.46 del 7/05/09)

Il Collegio dei docenti individua i seguenti criteri per l’attribuzione del voto di condotta.

Indicatori Voto  
Comportamento esemplare e ruolo attivo e propositivo. 10  
Comportamento corretto e ruolo collaborativo e responsabile. 9  
Comportamento corretto e collaborativo 8  
Comportamento non sempre corretto e non sempre adeguato al contesto scolastico. 7  
Comportamento prevalentemente non corretto  e non adeguato al contesto scolastico.  6  
Comportamento frequentemente non corretto, inadeguato al contesto scolastico e sanzionato come da normativa vigente. 5 Non ammissione alla classe successiva

Non ammissione  all’esame  si Stato